Isole Cook - Uvet, your way

L’arcipelago delle Isole Cook si trova a 1280 chilometri da Tahiti, Polinesia Francese. Conta 15 isole disseminate su 1.952.600 chilometri quadrati di oceano; la superficie totale occupata dall’insieme di tutte le isole è però di soli 241 chilometri quadrati.

Vai al sito dell'Ente del turismo...

L'arcipelago delle Cook

L'arcipelago delle Cook
Le Cook si dividono in due gruppi distinti. Il gruppo meridionale è composto da isole di origine vulcanica, fertili a tal punto da raccogliere la maggior parte della popolazione dell’arcipelago. Comprende: Rarotonga, Aitutaki, Atiu, Mitiaro, Mauke, Mangaia.
Il gruppo settentrionale è formato prevalentemente da atolli corallini scarsamente popolati e piuttosto difficili da raggiungere. Comprende: Penrhyn, Manihiki, Rakahanga, Pakapuka, Nassau (da non confondere con la capitale delle Bahamas) e Suwarrow.
L’isola più grande dell’arcipelago è Rarotonga (65 chilometri quadrati), caratterizzata da un rilievo di 600 metri d’altitudine, fertili pianure e un reef che genera una lunga laguna costiera. Su di essa vive metà dell’intera popolazione dell’arcipelago, 20.000 abitanti. Qui si trova anche la capitale Avarua.

Cook-Islands-Dancers.jpg

sunset cook.jpg

La popolazione locale

Queste isole furono scoperte nel 1773 dal capitano James Cook e divennero in principio un protettorato inglese ed in seguito passarono sotto il diretto controllo neozelandese. Dal 1965 sono uno stato autonomo liberamente associato con la Nuova Zelanda. Gli abitanti delle Cook, pur essendo considerati cittadini neozelandesi, hanno una forte identità propria. Nelle danze, nei canti, nell'artigianato emerge fortemente la cultura polinesiana di questo popolo, che vi sorprenderà con la sua ospitalità spontanea e ricca di calore.

La cucina

La cucina

Il pesce è l’elemento base della cucina locale. Qui è possibile gustare l'ottimo pesce marinato in succo di lime o in latte di cocco, tipico delle isole del pacifico. Grazie al clima favorevole abbonda anche la frutta: arance, mandarini, mango, pompelmo, banana, ananas e papaia.